Il moe secondo Kenichiro Takaki

Otaku - 21 Gennaio 2012

Kenichiro Takaki ci illustra la sua idea di moeKenichiro Takaki, già produttore di Half-Minute Hero, di tutte e tre i videogiochi ispirati a Ikkitousen oltre che del recente Senran Kagura: Shoujotachi no Shine, e pertanto un vero e proprio esperto in materia di giochi carichi di fan-service e con belle fanciulle, ha rilasciato un'interessante intervista al noto sito Siliconera.

Rappresentativa del particolare carattere dei suoi lavori, è la sua ultima produzione, Senran Kagura: Shoujotachi no Shine, la quale vede protagoniste cinque bellissime studentesse che si rivelano però essere anche delle abili kunoichi. In puro stile ecchi le avvenenti ninja godono della possibilità di cambiare abbigliamento e, ovviamente, di ridurlo in brandelli nel corso degli scontri. Chi quindi meglio di lui può illustrarci quel concetto di moe che come lo stesso Kenichiro Takaki conferma nel corso dell'intervista, risulta marcatamente giapponese nella sua essenza e pertanto difficile da comprendere a pieno per la maggioranza degli occidentali?

Takaki-san, abbiamo parlato di giochi come il tuo Half-Minute Hero e Senran Kagura.
Oggi voglio parlare con te del tuo "cuore moe", dato che ho ​​sentito che sei un fan.

Kenichiro Takaki: Sì, mi piace il moe. (Ride)

Potresti provare a spiegare cosa è moe ai nostri lettori, dato che in Occidente il concetto si rivela di difficile comprensione per alcune persone?
KT: E' molto difficile da spiegare! (Ride) Hmm ... Non è come quando si vede un coniglio e si esclama "che carino!". E' qualcosa che, quando lo si guarda, dal profondo di noi stessi ci porta a esclamare "Oooohh, è così carino!". Quindi, sicuramente le ragazze sono moe.

Kenichiro Takaki ci illustra la sua idea di moe

Senran Kagura incute certo quel tipo di sensazione, ma credo che in Occidente non scatti per tutte le persone. Cosa ne pensi del proposito di Marvelous AQL di accrescere il numero di titoli simili per l'Occidente?
KT: Sai, è un po 'come i film di Bollywood dove sono tutti canti e balli. Alla gente in India piace, ma chiunque altro nel mondo si domanda cosa stia succedendo. C'è un certo gruppo di persone a cui davvero piace molto (il moe), ma c'è ne sono altri a cui no. E' così e basta. Non si possono certo forzare le persone. I giochi moe in Occidente sono davvero come i film di Bollywood del settore videoludico.

Questa è un'analogia certamente interessante, ma cerchiamo di superare questa spaccatura culturale.
Quale gioco in America consideri essere moe?

KT: (Ride) Boh, non è solo un attribuito per giovani ragazze in stile anime. Ci sono anche armi moe, dove qualcuno pensa "amo questa pistola", "questa pistola è fantastica ed è mia." (Ride)

Proprio non capisco! (Ride) Questa è bella ... sorprendente! Può spiegarmi il perché?
KT: Non so se riesco a spiegare, proprio perchè il moe è così profondo. (Ride)

Kenichiro Takaki ci illustra la sua idea di moe

Forse ... può scegliere un personaggio che sia moe?
KT: Hmm ... certamente le ragazze sexy sono moe. Le Babalities, sì che sono moe.
(mosse speciali del videogioco Mortal Kombat dove il vincitore muta l'altro combattente in un bambino vestito a tema, N.d.r.)

Come pensi che sarebbe possibile un'ascesa del moe in tutto il mondo?
KT: E' parte della cultura giapponese, andando molto indietro nel tempo. In America, la guerra è vicina all'esperienza delle persone, percui un sacco di gente conosce i militari. Forse, è per questo che in America ci sono giochi di guerra che tendono al realismo. Il Giappone è uno strano paese. Andando indietro nel tempo, prima il moe erano le ukiyo-e nel periodo Edo, dove la gente era solita disegnare anche le cose più strane. Procedendo ancora più a ritroso nel tempo il Racconto di Genji. E' la storia di un vecchio che riuscendo nel sollevare una ragazza decide che questa è la sua donna perfetta.
E' questo tipo di paese! (Ride)

Sasha Etnelav

Newser col pallino per i jrpg ed estimatore delle loli sanguinarie armate di falce. Figlio di due dango, ama guardare anime che sono ormai vecchi e fanno piangere.

Commenti (5)

Scrivi un commento
Raptor scrive:
Bello! Senran Kagura è uno dei giochi DS che ho intenzione di iniziare.
Postato il 21 Gennaio 2012 @ 17:29 Rispondi a Raptor
Code Sakura scrive:

Non pensavo che il "moe" fosse così profondo (soprattutto riguardo il concetto con le armi...)

...Apriamo una discussione al riguardo?
Postato il 21 Gennaio 2012 @ 19:22 Rispondi a Code Sakura
Mr Maffox scrive:
Questa loli è troppo moe http://www.armerialisiari.com/sw1911.jpg
Postato il 22 Gennaio 2012 @ 03:59 Rispondi a Mr Maffox
Mr MaffoxQuesta loli è troppo moe http://www.armerialisiari.com/sw1911.jpg
quoto
Postato il 22 Gennaio 2012 @ 11:32 Rispondi a Sasha Etnelav
Ryu Blink scrive:
Beh, Ikkitousen Xross Impact è il mio secondo videogioco preferito per PSP (superato solo da BlazBlue Continuum Shift II, con dietro Disgaea 2: Dark Hero Days) quindi posso affermare che stimo profondamente quest'uomo. Continua così!
Postato il 23 Gennaio 2012 @ 13:13 Rispondi a Ryu Blink
oppure Password dimenticata?